Login Registrati

28 settembre 2017

Combattere la Rabbia

MSD Animal Health rafforza il proprio impegno per combattere la rabbia nelle Regioni del mondo a più alto rischio

L’Africa e l’India continuano a essere i continenti ad annoverare il maggior numero di decessi causati dalla rabbia

MADISON, NEW JERSEY, 28 settembre, 2017 – Dodici anni fa, in occasione della Giornata Mondiale contro la rabbia, la Global Alliance for Rabies Control, in concerto con le organizzazioni per la tutela della salute di tutto il mondo, si era prefissata l’obiettivo di sconfiggere completamente la rabbia trasmessa dai cani all’uomo entro il 2030. Nella giornata di oggi, che rappresenta una pietra miliare nel percorso che condurrà al 2030, MSD Animal Health continua a combattere contro la rabbia, attraverso la donazione di vaccini al progetto di Afya Serengeti Project e di Mission Rabies, organizzazioni impegnate a eradicare questa patologia nelle Regioni del mondo a più alto rischio.

La rabbia è una malattia che colpisce sia animali sia uomini ed è rapidamente mortale nella totalità dei casi in cui compare la sintomatologia. Ma la buona notizia è che è anche totalmente prevenibile attraverso la vaccinazione del cane che è il più comune vettore della malattia all’uomo.

Oggi, giunti a metà strada nel cammino che le Comunità mondiali della salute si sono proposte per eliminare la rabbia canina, l’Africa e l’India continuano a essere i continenti ad annoverare il maggior numero di decessi causati dalla rabbia. I Paesi con un più alto tasso di mortalità sono l’India, la Repubblica Democratica del Congo, l’Etiopia, la Cina e il Myanmar.

“Ogni anno, circa 60mila persone muoiono di rabbia, e il 40% di questi decessi è a carico di bambini sotto i 15 anni di età” ha spiegato Ingrid Deuzeman, Global Marketing Director, MSD Animal Health. “Siamo determinati a voler continuare a collaborare con l’Afya Serengeti Project, che da oltre 15 anni si occupa di questo problema, e con Mission Rabies, per contribuire al progetto di salute globale collegato all’eradicazione della rabbia.”

Rabbia, i progressi

“Mission Rabies è stata lanciata alla fine del 2013 e in quella data abbiamo iniziato a vaccinare contro la rabbia 700mila cani randagi nelle zone più “calde” del nostro Pianeta. I nostri obiettivi principali, ovvero quelli di non registrare più casi di rabbia umana, sono stati riscontrati a oggi nella città di Ranchi, nello Stato di Goa o nella città di Blantyre in Malawi. È davvero incredibile se consideriamo che solamente pochi anni fa, un ospedale a Blantyre (Queen Elizabeth Central Hospital) aveva riportato la più alta incidenza di decessi per rabbia tra i bambini. E questo in un solo ospedale dell’intera Africa” ha spiegato Luke Gamble, fondatore di Mission Rabies. “Siamo tutti ben determinati a portare avanti la nostra missione e senza il contributo di MSD Animal Health non saremmo riusciti a fare quello che abbiamo fatto. La vaccinazione sta salvando le vite delle persone più povere e vulnerabili del mondo ed è un privilegio essere parte di questo progetto”.

“Il bilancio di vite umane provocato dalla rabbia è inutile e tragico. Comunque, negli ultimi 20 anni, siamo stati in grado di dimostrare che i programmi vaccinali possono raggiungere un numero di cani tale per cui è possibile sconfiggere la rabbia in tutto il mondo”, ha detto la professoressa Sarah Cleaveland, fondatrice dell’ Afya Serengeti Project. “Grazie al continuo sostegno di MSD Animal Health e di altri collaboratori, sono convinta che avremo i vaccini e gli strumenti per eliminare completamente la rabbia umana entro il 2030.”

Eliminare la rabbia in Africa e India

Nel 2013, Mission Rabies si è posta l’obiettivo di vaccinare i cani nelle zone a maggior rischio, dove sono stati registrati più di un terzo di tutti casi di rabbia umana. Sulla base del successo riscontrato in India, Mission Rabies ha esteso il proprio progetto anche all’ Africa.

Mission Rabies fa molto di più che vaccinare centinaia di migliaia di cani contro la rabbia ogni anno. L’Associazione entra nelle scuole ed educa i bambini, spiegando loro quanto questa malattia possa essere grave. I bambini sono di fatto i più colpiti dalla rabbia perché giocano con i cani e non sono in grado di comprendere quanto la rabbia possa essere rischiosa.

Grazie a un team di veterinari e volontari, Mission Rabies ha per ora fatto vaccinare più di 505mila cani, condotto training a 80 veterinari ed educato oltre 1 milione e 200mila bambini a proteggersi dai rischi della rabbia.

Salvare vite in Serengeti

L’ Afya Serengeti Project ha consentito di prevenire migliaia di morti in Serengeti grazie alla somministrazione di vaccini ai cani domestici dei villaggi. Dall’inizio del programma, l’incidenza della rabbia umana, della rabbia nei cani e dei cani rabidi è giunta ai suoi minimi storici. Ogni anno in questa area sono stati evitati più di 600 casi di rabbia nei cani e si possono stimare almeno 23 vite umane salvate. Un controllo efficace della rabbia attraverso la vaccinazione canina ha inoltre benefici a livello globale, compresa la tutela dei cani selvatici africani (Licaoni) che sono stati reintrodotti nel Serengeti National Park per la prima volta dopo che nei primi anni 90 erano scomparsi proprio a causa della rabbia. L’ Afya Project ha ben compreso l’importanza di diffondere le vaccinazioni ad altre zone a rischio, quali il Kenya, il Bangalore e la Regione Pune dell’India.

MSD Animal Health

MSD Animal Health è l’azienda leader mondiale nel settore della ricerca, dello sviluppo e della produzione farmaceutica in ambito veterinario. Nata dalla fusione di due grandi società, MSD Animal Health ha come obiettivo il benessere degli animali da compagnia, da allevamento, e delle persone. Grazie ai suoi 25 siti produttivi, i 17 centri di Ricerca e Sviluppo a livello globale e un investimento annuale del 17% del fatturato in R&D, MSD Animal Health, presente in 50 paesi a livello globale, fa della costante ricerca scientifica uno dei pilastri del proprio business. L’attenzione allo sviluppo di prodotti innovativi ha permesso di creare un portfolio di oltre 250 prodotti, di cui il 72% focalizzato sulla prevenzione, disponibili su oltre 150 mercati.

Per maggiori informazioni, visita il sito www.msd-animal-health.it

Forward-Looking Statement of Merck & Co., Inc., Kenilworth, N.J., USA

This news release of Merck & Co., Inc., Kenilworth, N.J., USA (the “company”) includes “forward-looking statements” within the meaning of the safe harbor provisions of the U.S. Private Securities Litigation Reform Act of 1995. These statements are based upon the current beliefs and expectations of the company’s management and are subject to significant risks and uncertainties. If underlying assumptions prove inaccurate or risks or uncertainties materialize, actual results may differ materially from those set forth in the forward-looking statements.

Risks and uncertainties include but are not limited to, general industry conditions and competition; general economic factors, including interest rate and currency exchange rate fluctuations; the impact of pharmaceutical industry regulation and health care legislation in the United States and internationally; global trends toward health care cost containment; technological advances, new products and patents attained by competitors; challenges inherent in new product development, including obtaining regulatory approval; the company’s ability to accurately predict future market conditions; manufacturing difficulties or delays; financial instability of international economies and sovereign risk; dependence on the effectiveness of the company’s patents and other protections for innovative products; and the exposure to litigation, including patent litigation, and/or regulatory actions.

The company undertakes no obligation to publicly update any forward-looking statement, whether as a result of new information, future events or otherwise. Additional factors that could cause results to differ materially from those described in the forward-looking statements can be found in the company’s 2016 Annual Report on Form 10-K and the company’s other filings with the Securities and Exchange Commission (SEC) available at the SEC’s Internet site (www.sec.gov).









Hampson K, et al. Estimating the global burden of endemic canine rabies. PLoS Negl Trop Dis. 2015;9(4). Accessed June 23, 2017 at http://journals.plos.org/plosntds/article?id=10.1371/journal.pntd.0003709#pntd.0003709.s002.

World Health Organization. Bulletin of the World Health Organization. “India’s ongoing war against rabies.” Bulletin of the World Health Organization. Volume 87, Number 12, December 2009, 885-964. Accessed June 17, 2015 via

http://www.who.int/bulletin/volumes/87/12/09-021209/en/.

Kaare M, Lembo T, Hampson K, et al. Rabies control in rural Africa: evaluating strategies for effective domestic dog vaccination. Vaccine. 2009;27(1):152–160.